top of page

UN PULLMAN PER L’ALTO BIOCONTENIMENTO UNICO AL MONDO, ECCO IL NUOVO MEZZO SPECIALE DELLA CROCE ROSSA

Un mezzo unico al mondo, capace di trasportare fino a 41 persone potenzialmente contagiose e 6 membri dell’equipaggio in totale sicurezza. La Croce Rossa Italiana amplia la sua flotta con un nuovo veicolo speciale in alto biocontenimento.


Già utilizzato per alcuni trasporti urgenti in Calabria, il pullman Iveco Crossway da 12 metri di lunghezza, con motore a gasolio da 8.700cm3 e 360CV di potenza è stato configurato dalla CRI, trasformandolo da mezzo commerciale a veicolo fondamentale per fronteggiare le emergenze sanitarie. All’interno è stata realizzata una camera a pressione negativa, cioè un particolare involucro trasparente che avvolge il vano passeggeri, in cui viene generata una differenza di pressione rispetto all’esterno che non consente all’aria stessa di fuoriuscire senza prima attraversare i filtri.



I 3 motori di filtrazione, posizionati nel vano bagagli, sono in grado di aspirare un volume d’aria di più di 450m3 l’ora. Sono dotati di filtro anti-particolato, filtro ai carboni attivi, filtro ULPA (Ultra-Low Penetration Air), filtro HEPA (High Efficiency Particulate Air) e filtro al plasma. Tutto il sistema è attivabile dalla consolle dell’autista e tramite un’interfaccia digitale l’equipaggio può monitorare in tempo reale, anche a distanza, la pressione all’interno della camera, la saturazione della CO2, la temperatura e lo stato dei filtri.


La sicurezza non compromette il comfort dei passeggeri: aria condizionata, illuminazione notturna, audio-diffusione, vetri oscurati e anche un bagno realizzato ad hoc per i lunghi viaggi, incluso nella camera di biocontenimento. Inoltre, per assicurare una sanificazione efficace, la selleria originale è stata rivestita con materiale impermeabile e non poroso, mentre gli interni sono stati ricoperti dal PVC trasparente. I passeggeri accedono dalla porta centrale, dove è installato un sollevatore elettroidraulico per carrozzine, mentre l’equipaggio può entrare nella camera grazie a un ingresso frontale.



Particolare anche il suo speciale allestimento esterno: alla nuova livrea microprismatica e all’impianto di segnalazione di emergenza a led per l’elevata percepibilità, si aggiungono i dispositivi e i contrassegni amovibili per la circolazione in sedime aeroportuale, nel quale spesso i mezzi di biocontenimento sono chiamati a operare. Con questa tecnica, già ampiamente sperimentata dalla Croce Rossa Italiana che ha a disposizione ben 8 veicoli di alto biocontenimento il trasporto dei pazienti può avvenire in totale sicurezza, riducendo drasticamente il rischio di contaminazione dell’equipaggio e tutelando chi si trova all’esterno del veicolo.


62 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti
bottom of page